La maggior parte di noi genitori è casa e si sta occupando dei figli 24 ore su 24. È una situazione che mette a dura prova adulti e bambini. Dobbiamo essere consapevoli che dover stare a casa, non poter incontrare altre persone possono portare chiunque a perdere la pazienza. L’Aspi ha diffuso una serie di consigli utili per sostenerci. Eccone un riassunto. Il testo completo lo trovate qui: 

1) ADATTATE L’AMBIENTE E LO SPAZIO AI BAMBINI. Togliete tutti gli oggetti che potrebbero essere pericolosi per i piccoli o ai quali tenete particolarmente. 
2) COINVOLGETE I FIGLI NELLA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ. Non date però per scontato che il programma sia valido fino all’ora di andare a dormire… necessiterà probabilmente di adeguamenti in funzione dei tanti eventi della giornata.
3) Già in tempi normali i bambini (e anche gli adulti) hanno bisogno di potersi sfogare, scaricare la tensione e ricaricare le batterie. Figuriamoci ora! CREIAMO UN PUNCHING BALL LIBERATORIO!: prendete una fodera di cuscino, riempitela con (vecchi) cuscini o lenzuola, asciugamani o altri tessuti che assieme ai bambini potete anche strappare a pezzetti, chiudete bene, chiedete ai bambini di disegnarvi la faccia del coronavirus (come lo si vede ovunque o come loro se lo immaginano), mettete o appendete questo “punching ball” in un posto sicuro, in modo che nessuno si possa fare male e utilizzatelo per scaricare le tensioni tirandoci pugni.
4) Infine, se SENTITE CHE LA TENSIONE SALE e che potreste perdere la pazienza, mettete i vostri bambini in un locale dove non possono farsi del male e telefonate a qualcuno per sfogare a parole la vostra rabbia. Oppure provate a prendervi un attimo di pausa e FATE UN ESERCIZIO SEMPLICE per ritrovare la calma e la serenità: appoggiate le mani sul petto e concentratevi sulla vostra respirazione, come per portare il respiro al cuore. Fate alcuni respiri profondi in questo modo. Se avete tempo e voglia, potete proseguire immaginando che il vostro respiro arrivi al cuore e che poi scenda lungo il corpo, lungo le gambe, fino ai piedi e da lì arrivi al pavimento, portando con sé la vostra tensione e le vostre preoccupazioni. Ripetete l’esercizio alcune volte, finché vi sentirete più tranquilli. Se avete modo di farlo all’aperto, sul balcone o in giardino, sarà ancora più efficace.