Comunicato stampa

Atfmr: servizi a distanza potenziati (14.04.2020)

L’emergenza Coronavirus sta mettendo a dura prova tutti i genitori chiamati a occuparsi senza sosta dei propri figli conciliando spesso anche il telelavoro con l’insegnamento a distanza. Le famiglie monoparentali sono particolarmente sollecitate in quanto questo carico grava su di un unico genitore. In aggiunta sono emerse problematiche specifiche legate alla monoparentalità come l’esercizio del diritto di visita e la questione alimenti.

L’Associazione ticinese famiglie monoparentali e ricostituite (Atfmr) ha pertanto potenziato i suoi servizi a distanza, in primis lo sportello d’ascolto e quello giuridico. In un mese le richieste da parte di genitori single e/o separati sono più che triplicate. La nuova sezione “Speciale Coronavirus” sul sito www.famigliemonoparentali.ch offre consigli, spunti e risposte alle domande dei genitori.

Immediatamente a ridosso della chiusura delle scuole, a partire dal 16 marzo, seguendo il motto #distantimavicini, l’Associazione ticinese delle famiglie monoparentali e ricostituite (Atfmr) ha potenziato i propri servizi a distanza per offrire sostegno ai genitori single, separati, divorziati, vedovi e alle famiglie ricostituite. Tutti i servizi sono raggiungibili allo 091 859 05 45, info@famigliemonoparentali.ch, attraverso il sito www.famigliemonoparentali.ch e il profilo facebook www.facebook.com/famigliemonoparentali.ch e via messenger.

Lo sportello d’ascolto Atfmr resta operativo. Si tratta di un servizio gratuito che offre informazioni generali, accoglienza e opportunità di scambio per tutte le tematiche legate alla monogenitorialità dalla separazione alla gestione dei figli, passando per le difficoltà finanziarie.

Lo sportello giuridico Atfmr resta operativo ed è possibile ricevere le consulenze al telefono o via skype. Come accennato le domande a carattere legale vertono soprattutto sull’esercizio del diritto di visita nel rispetto delle indicazioni emanate dal Governo ticinese per arginare la diffusione del virus e sulle prime richieste di riduzione dei contributi di mantenimento per i figli (alimenti). Nel frattempo le autorità cantonali hanno diffuso le raccomandazioni per l’esercizio del diritto di visita durante la pandemia in cui l’indicazione di fondo è valutare caso per caso ponderando sia l’interesse del minore a mantenere un contatto regolare con il genitore con cui non vive, sia gli interessi generali di salute pubblica legati al contenimento del virus. Le raccomandazioni sono pubblicate anche su www.famigliemonoparentali.ch nello speciale Coronavirus con un breve commento esplicativo.

I bisogni delle famiglie monoparentali durante l’emergenza Coronavirus

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus abbiamo registrato un’impennata delle richieste sia allo sportello d’ascolto che a quello giuridico. Le telefonate e le email sono triplicate.
Lo sportello d’ascolto è stato particolarmente sollecitato da domande relative all’esercizio del diritto di visita, anche internazionale e sulla questione alimenti. Molte donne ci hanno anche chiamato perché impossibilitate a conciliare l’attività professionale con la famiglia, perchè non

possono più appoggiarsi ai nonni, appartenenti a una categoria a rischio. Vi sono poi i genitori confrontati con il telelavoro e la convivenza con i figli. Lo stress vissuto da tutto il nucleo famigliare alle prese con smartworking, insegnamento scolastico a distanza e magari anche la presenza di fratellini più piccoli trasforma la vita quotidiana in una corsa ad ostacoli. Negli ultimi giorni stanno arrivando chiamate di genitori con bimbi piccoli, di due/tre anni, che dopo un mese trascorso a casa sono in difficoltà, soprattutto chi si sta occupando di bambini con bisogni particolari, ad esempio molto vivaci. Questi genitori mi segnalano che i loro bambini dormono poco, hanno un sonno agitato ed è difficile coinvolgerli in attività durante il giorno.

Speciale Coronavirus Atfmr: consigli, risposte e incontri virtuali

Sul profilo facebook dell’Atfmr www.facebook.com/famigliemonoparentali è stata attivata la rubrica “Idea furba- Speciale Tutti a casa” in cui più volte alla settimana vengono pubblicate informazioni importanti e spunti utili per i genitori. Gli argomenti trattati sono i più disparati, dalle indicazioni per ottenere l’indennità di perdita di guadagno Corona, alle modalità per ricevere la spesa a domicilio fino a consigli pratici sulla permanenza a casa con i figli. Sul sito www.famigliemonoparentali.ch è presente la raccolta di tutte le Idee furbe pubblicate dall’inizio dell’emergenza Covid nella sezione “Speciale Coronavirus”. Qui sono anche pubblicate le risposte alle domande poste allo sportello giuridico di maggior interesse generale.

Non potendo organizzare gli abituali eventi ricreativi per famiglie, i soci e le socie si incontrano attraverso il gruppo facebook privato “Ricrea”. Qui i genitori condividono alcuni momenti delle loro giornate, rimangono in contatto e si sostengono vicenda.

Restiamo a vostra disposizione per domande e/o chiarimenti

L’Associazione ticinese famiglie monoparentali e ricostituite (ATFMR) da oltre 30 anni fornisce aiuto e consulenza in tutto il Ticino ai genitori confrontati con le tematiche legate al tema della monoparentalità, dalla separazione alla gestione dei figli, fino alle difficoltà economiche. Attualmente un ticinese su tre è confrontato con la separazione o il divorzio.

Di seguito vi riportiamo i nostri contatti, restando a vostra completa disposizione:

– Lisa Bacchetta, Coordinatrice ATFMR, 091 859 05 45, lisa.bacchetta@famigliemonoparentali.ch;
– Sandra Killer, Presidente ATFMR , sandra.killer@famigliemonoparentali.ch