Le coppie non sposate con figli che vogliono stabilire un contratto che regoli il diritto alle relazioni personali e il contributo alimentare per i figli possono rivolgersi all’Autorità regionale di protezione competente (ossia quella del domicilio del figlio) che dopo aver raccolto da loro la documentazione necessaria, stabilirà un contratto per l’obbligo di mantenimento e le relazioni personali tra genitori e figli.In caso di disaccordo tra i genitori in merito all’ammontare del contributo di mantenimento, la competenza passa dall’Arp alla Pretura che su’azione di un coniuge stabilirà il contributo di mantenimento, le relazioni personali ed ev. la custodia sui figli.

La procedura in Pretura inizia con un’istanza di conciliazione.

Le coppie non sposate che si separano possono pure rivolgersi ai Consultori familiari che aiutano nel trovare gli accordi più adeguati ai bisogni dei figli. L’accordo stipulato nell’ambito della procedura di mediazione può poi essere sottoposto all’Autorità regionale di protezione competente per essere omologato. Nel nostro Cantone esistono quattro Consultori: due gestiti dall’Associazione Comunità familiare a Lugano e Bellinzona e due gestiti dall’Associazione Centro Studi e Coppia Famiglia a Mendrisio e Locarno.