Ad ormai 5 anni dall’introduzione del nuovo diritto di famiglia che attribuisce all’autorità competente in caso di divorzio o di separazione il dovere di esaminare la possibilità della custodia alternata, è giunto il tempo di un primo bilancio a livello ticinese su questo modello di custodia, ancora minoritario ma in continuo aumento.

Coinvolgendo i vari attori (avvocati, pretori, membri di ARP, mediatori, psicologi, etc), la giornata di discussione vuole essere un’occasione per fare il punto sulle attuali pratiche in materia di modelli di custodia e definire quali sono i presupposti per l’adozione di soluzioni di custodia che mettano veramente al centro il benessere del bambino.

La tavola rotonda si svolgerà a Rivera, lunedì 28 novembre (13.30-19.00), ed è organizzata dall’Associazione Ticinese Famiglie Monoparentali e Ricostituite, con il sostegno dell’Ufag e promossa in collaborazione con SUPSI DEASS. 

Qui il programma completo.